fbpx
caffè-napoletano
Blog

Caffè napoletano, storie e particolari del caffè a Napoli

Caffè napoletano: una tradizione lunga secoli

Al pari della pizza, il caffè napoletano rappresenta molto più di una tradizione culinaria: è una vera e propria componente essenziale per comprendere la filosofia di vita partenopea, per come si inserisce nella quotidianità degli abitanti della città, e che incanta anche i turisti che visitano i quartieri nobili come quelli più popolari. Il caffè a Napoli secondo la vulgata più diffusa fu introdotto intorno al 1770 grazie a Maria Carolina D'Asburgo, che sfatò la fama negativa che aveva presso i napoletani tale bevanda, ritenendo che portasse iella a causa del suo colore nero. Con l'avvento della regina, che sposò Ferdinando IV di Borbone, il caffè napoletano divenne il rituale che tutti noi oggi conosciamo, e a lei si dovrebbe anche l'accoppiata con il cornetto, che sopravvive ancora oggi, soprattutto nella scelta del gusto crema e amarena.

Caffè napoletano: in principio fu la cuccumella

Caffè Napoli: due parole che formano un legame indissolubile ormai da da secoli. Il "contagio" dai nobili alla plebe avvenne rapidamente, grazie soprattutto all'invenzione della prima caffettiera per avere la bevanda fatta in casa, la cuccumella, ideata nel 1817 dal francese Morize. Ma qual è il segreto del caffè napoletano? Perché viene ritenuto uno dei migliori al mondo, con buona pace di certi presunti "esperti" televisivi che recentemente hanno provato a demistificare questa lapalissiana verità? C'è chi dice che il segreto sia l'acqua, chi la macinatura caffè, per cui la tostatura avverrebbe in un momento preciso, dopo qualche giorno di riposo dei chicchi, favorendo un'estrazione più intensa degli aromi. In ogni caso, dalla cuccumella alla macchinetta espresso di oggi, il caffè napoletano resta un must irrinunciabile dentro qualsiasi casa, oltre che un rito sociale quando si va al bar.

Dalla tradizione all'innovazione: il caffè napoletano al bar

Amaro o zuccherato, con la crema di caffè o corretto, macchiato, schiumato, nella tazzina classica oppure nel bicchierino di vetro: oggi potremmo dire esagerando che esistono tanti caffè quanti abitanti, poiché dal Settecento a oggi anche il caffè napoletano si è aperto all'innovazione, al moltiplicarsi di gusti ed abitudini, rimanendo parte irrinunciabile della vita pubblica dei partenopei, che sia una pausa lavoro o un'occasione di incontro durante lo struscio pomeridiano. Tuttavia gli amanti della tradizione sono duri a morire, e la tradizione del caffè napoletano prevede sorseggiare la nera bevanda velocemente, in piedi, da una tazzina bollente, fin quasi a ustionarsi l'ugola. Certo oggi non ci sono più i caffettieri ambulanti come una volta, che portavano il caffè napoletano in un recipiente insieme ad una caraffa di latte, cesta di zucchero, e tazze, svegliando la città con le loro grida, ed offrendo la possibilità di fare colazione ai più mattinieri, in cerca di un caffè veloce prima di recarsi al lavoro.

La solidarietà napoletana: il caffè sospeso 

Sono davvero tante storie, leggende e aneddoti intorno al caffè napoletano, ma, da allora fino ad oggi, l'elemento della tradizione sociale e culturale partenopea che è sopravvissuta maggiormente ai cambiamenti, arrivando ad essere riscoperta e copiata anche in altre città italiane, è la tradizione del caffè sospeso: di cosa si tratta? Semplicemente alcuni avventori dei bar lasciano dei caffè già pagati per i più poveri, per chi non può permettersi nemmeno di spendere un euro per sorseggiare un caffè. Il caffè sospeso sopravvive soprattutto al Centro Storico e nei locali più antichi e famosi della città di Napoli ed è uno dei segni più peculiari della generosità del sentimento di solidarietà sociale che alberga nella cittadinanza partenopea, per cui non è mai mancata una certa attenzione da parte dei più fortunati verso chi vive in disgrazia. Il caffè napoletano è molto più di una bevanda o un rito sociale, è un tratto distintivo del modo stesso di essere cittadini nel mondo, e nello specifico essere napoletani.

Cialde e capsule, spediamo in tutta Italia!