fbpx

Le Ultime dal Blog

caffe-ristretto
Blog

Caffè ristretto, il procedimento per prepararlo al meglio

Caffè ristretto, cosa vuol dire

Avete mai sentito parlare di caffè ristretto? Chi è un avido consumatore della bevanda sa benissimo che esistono svariati modi preparare l’espresso, e c’è chi sostiene che il vero intenditore lo beva solo così, o al massimo “corto”. Esistono dunque diverse modalità di preparare il caffè, da cui dipende la quantità di caffeina presente nella nostra tazzina, senza contare tutte le variabili e aggiunte, con latte o senza, il quantitativo e la tipologia di zucchero, e via discorrendo. Ma se la vera essenza di questa bevanda è il caffè ristretto, non possiamo che concentrare la nostra attenzione su come preparare al meglio la tazzina anche a casa nostra, come se fossimo al bar.

Caffè ristretto o corto?

La prima, annosa questione tra i caffeinomani, è se il “vero caffè” debba essere ristretto oppure semplicemente corto: qual è la differenza? Il caffè ristretto è un espresso molto concentrato, in cui si lascia confluire poco liquido nella tazzina, al massimo 15-20 millilitri di bevanda. In questo modo, dicono però i sostenitori del caffè corto o normale, l’apporto della caffeina è troppo ridotto, mentre l’ideale sta in una tazzina con una fascia tra 50 e 65 millilitri di bevanda.

C’è poi il caffè lungo, che si ottiene lasciando fluire molta più acqua nella tazzina rispetto al solito, fino a ottenere circa 150-170 millilitri di bevanda, con alta concentrazione di caffeina ma ottenendo una bevanda poco aromatica, per cui le migliori virtù starebbero a mezza via. Tuttavia gli agguerriti sostenitori del caffè ristretto sostengono che solo in questo modo c’è il coretto bilanciamento di sapore forte e deciso, caffeina in giuste dosi, e un’intensa cremosità.

Caffè ristretto, come si prepara

Ma arrivati al dunque, come si prepara un buon caffè ristretto? Qual è il segreto per ottenere il giusto quantitativo? Per ottenere un caffè in questa modalità a casa propria non si deve spegnere la macchinetta prima della fuoriuscita dell’intero liquido, facendolo scendere lentamente, quasi goccia a goccia. Nella propria macchina espresso professionale non si dovrebbe inserire più di 7 grammi di caffè per ottenere il risultato sperato, inoltre bisogna stringere bene il manicotto per evitare che vi entri troppo acqua all’interno del filtro.

Il caffè ristretto lo si riconosce subito per il colore denso e scuro, che si ottiene con poca acqua, molto caffè, e un’ebollizione a fuoco molto basso, facendo in modo che la temperatura dell’acqua arrivi al punto di bollitura assai lentamente, arricchendo di tutti gli aromi il sapore della bevanda. I più ortodossi seguaci del caffè ristretto sostengono che l’ideale sarebbe da bere amaro, perché lo zucchero affievolirebbe la carica energetica della bevanda, che in ogni caso, lo ripetiamo, possiede sì un gusto decisamente più forte, ma anche un minor apporto di caffeina, dato che essa aumenta proporzionalmente alla quantità di acqua utilizzata.

Evitare di bruciare il caffè

L’unica vero problema in cui si può incorrere nel fare un ottimo caffè ristretto a casa propria è rischiare di bruciarlo: anche in questo caso vi sono dei piccoli trucchi che consentono di scongiurare il disastro, rendendo la bevanda impossibile da consumare. Innanzitutto non bisogna superare la soglia di caffè riportata in precedenza: 7 grammi sono più che sufficienti per ottenere il giusto risultato. Inoltre non si deve creare una pressione superiore ai 12 chili al momento della pressatura: le macchinette espresso moderne professionali hanno un bottone apposito per il dosaggio dell’acqua, il che facilita l’ottenimento del caffè ristretto, premendo semplicemente un tasto. Per tutti gli altri apparecchi ci vuole solo un po’ di pratica ed occhio accorto con le dosi delle bevanda e dell’acqua, per ottenere un risultato da leccarsi i proverbiali baffi. Al gusto di caffè ovviamente.

Cialde e capsule, spediamo in tutta Italia!

D.P. Srls - Via Nicola Romeo, 3
80026 Casoria (Na)
Telefono: 3311386120 / 3926966110
P.Iva: 08300921213