fbpx

Le Ultime dal Blog

Come fare il Caffe Shakerato
Blog

Come fare il Caffe Shakerato: ingredienti, ricetta, calorie

Il caffè shakerato è una variazione sul tema del caffè espresso tipicamente estiva. Nonostante sia di grande effetto, ha il vantaggio di essere estremamente semplice da preparare, di richiedere pochi ingredienti e - nella versione base - di avere persino poche calorie. 

Caffe shakerato ingredienti

La versione di base del caffè shakerato vede tre ingredienti: il caffè, ovviamente, poi il ghiaccio e lo zucchero.

Alcune varianti prevedono lo zucchero liquido invece di quello comune (lo zucchero bianco semolato) e, volendo, si può aggiungere una nota alcolica. Molto gettonato è il caffe shakerato con baileys, cui viene aggiunta - appunto - la crema di liquore a base di whiskey irlandese e crema di latte, nella sua versione originale (con aroma di vaniglia, cacao e caramello) oppure nelle sue varianti, come Crème Caramel, Coffee, Chocolate Luxe (con cioccolato belga) oppure Almond, ovvero mandorla (che è anche vegan friendly e senza lattosio).

Preparazione caffe shakerato

Come si fa il caffe shakerato?
Ecco la ricetta per 2 persone.

Ingredienti:

  • 2 tazzine di caffè ristretto (circa 50 ml)
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 4 cubetti di ghiaccio

È indispensabile avere uno shacker ed una moka e - preferibilmente - due bicchieri da Martini ben freddi.

Prepara il caffè nella moka. Intanto, metti il ghiaccio e lo zucchero nello shaker. Versaci il caffè bollente comincia a shakerare energicamente. Dopo circa 15, al massimo 20 secondi, apri lo shaker e versa la miscela ottenuta nei bicchieri da Martini, usando un cucchiaino per bloccare i cubetti di ghiaccio nello shaker. Et voilà, il caffè shakerato è pronto.

Se vuoi provare la versione "corretta", allora devi aggiungere il liquore prescelto nello shaker prima del caffè, in modo che i sapori si amalgamino per bene.

Caffè shakerato calorie

Il caffè shakerato può essere bevuto quasi senza sensi di colpa, visto che le calorie dipendono in massima parte dallo zucchero e sono pari a circa 25 per cucchiaino. Ovviamente il discorso cambia quando si decide di aggiungere una componente alcolica al caffè. Per esempio, il Baileys originale vanta 327 Kcal ogni 100 ml. Ovviamente, occorre fare una proporzione in base alla quantità che si aggiunge.

Alcuni trucchi per un caffè shakerato da leccarsi i baffi

Nonostante la semplicità della ricetta, servono alcuni accorgimenti per avere un caffè shakerato perfetto. Cominciamo dal caffè: la miscela che si decide di usare per l'espresso ha un ruolo determinante. Vuoi un caffè dolce con una crema molto fine? Allora scegli l'Arabica. Preferisci una crema molto compatta e un sapore più deciso? Allora la tua varietà è Robusta. Ma attenzione: se scegli una varietà di miscela Robusta molto intensa, otterrai uno shakerato in cui prevale la nota amara.

Espresso lungo o ristretto? Decisamente ristretto: dato che il caffè deve miscelarsi col ghiaccio, se non è sufficientemente ristretto rischi di ottenre una bevanda troppo diluita e con poco aroma.

Lo zucchero: come evitare che lo zucchero resti in fondo allo shaker? La parola chiave è velocità: per permettere allo zucchero di sciogliersi per bene bisogna fare tutto molto velocemente. Versare il caffè mentre è ancora bollente, miscelare tutto molto velocemente per 10/20 secondi e versare subito tutto nel bicchiere. Non sei convinto? Se proprio non vuoi rischiare, puoi usare lo sciroppo di zucchero liquido.

Non hai lo shaker? Allora puoi usare due bicchieri: uno grande e uno piccolo che si incastrano a forma di shaker. Oppure un bicchiere con coperchio oppure, infine, un frullatore. Ma in questo caso devi provvedere a tritare il ghiaccio a mano, altrimenti rischi di rovinare le lame del frullatore stesso.Qualunque sia il recipiente che decidi di usare, bada che sia ghiacciato, solo così otterrai una schiuma compatta e densa. 

D.P. Srls - Via Nicola Romeo, 3
80026 Casoria (Na)
Telefono: 3311386120 / 3926966110
P.Iva: 08300921213